COMUNICATO N. 19 OTTOBRE 2015 – UN NUOVO ARRIVO AL “BONFANTI-VIMAR”

Nei giorni scorsi si è aggiunta al patrimonio del Museo dell’Automobile bassanese, una fiammante FIAT 1100/103 E del 1956, donata dall’appassionato Gian Maurizio Pettorossi di Stranzano in provincia di Gorizia.

“Amo questa vettura – è stata la motivazione del collezionista goriziano – che possiedo da 25 anni. Non posso più curarla con attenzione per motivi di lavoro, ma non la voglio vendere, bensì sapere che va in mano a veri cultori, in un Museo che è uno scrigno.”

La Fiat nuova 1100 venne presentata nel 1953 e contribuì, con le successive 600 e 500, alla motorizzazione dell’Itala del boom economico, che presto avrebbe portato la nostra nazione ad essere il sesto paese più industrializzato del mondo.

La Fiat 1100 del ’56 va ad arricchire molte altre donazioni ricevute in venticinque anni di attività del Museo.

Immagine: la Fiat 1100 posa davanti al Museo “Bonfanti-VIMAR” con accanto Nino Balestra e Stefano Chiminelli, presidente del Circolo Veneto Automoto d’epoca “Giannino Marzotto”.

 

 

Immagine: la Fiat 1100 posa davanti al Museo “Bonfanti-VIMAR” con accanto Nino Balestra e Stefano Chiminelli, presidente del Circolo Veneto Automoto d’epoca “Giannino Marzotto”.

Immagine: la Fiat 1100 posa davanti al Museo “Bonfanti-VIMAR” con accanto Nino Balestra e Stefano Chiminelli, presidente del Circolo Veneto Automoto d’epoca “Giannino Marzotto”.

Archivio