(Italiano) IL MUSEO BONFANTI-VIMAR E’ CHIUSO DAL 12 al 28 SETTEMBRE 2021

September 11th, 2021

IMG_9480

(Italiano) IL MUSEO BONFANTI-VIMAR PRESENTE AL MUSEO GON AL VDNKh di MOSCA

August 25th, 2021

poster def

(Italiano) Museo “Bonfanti -VIMAR” chiuso per ferie dal 15 al 18 agosto

August 14th, 2020

foto chiusura064

(Italiano) IL CENTENARIO DEL VOLO ROMA – TOKIO 1920/2020

December 20th, 2019

Modello SVA Aereo Arturo FerrarinModello SVA Aereo Arturo FerrarinModello SVA Aereo Arturo Ferrarin

(Italiano) COMUNICATO n. 2/19 – CORSI PER RESTAURATORI AUTO E MOTO D’EPOCA

January 8th, 2019

Legge 124109com.2 corso per restauratori

(Italiano) IL MUSEO BONFANTI-VIMAR E IL TERRITORIO.

April 22nd, 2016

Motocarri Guzzi Ercole del 1950Motocarri Guzzi Ercole del 1950

Gallery of Motoring, Mobility and Talent in Veneto Giannino Marzotto 2014

June 13th, 2014

Nell’attesa di vedere esposti nella nuova sede del Polo Museale Culturale Santa Chiara (in costruzione a Bassano del Grappa) i tanti cimeli recuperati e conservati dal Museo dell’Automobile “Bonfanti-VIMAR”, alcuni di essi vengono messi in mostra a rotazione, nell’attuale sede di Romano d’Ezzelino, riservando ai visitatori sorprese e meraviglia.

Fra le innovazioni dell’edizione 2014 ci sono due recenti scoperte: la prima certificazione nel 1471 di una invenzione, quello che oggi in tutto il mondo si definisce brevetto, e l’ altra un record che riguarda il primo giornale al mondo! Ancora una volta è Venezia a primeggiare nel 1563, quando apparve un foglio che usciva ogni una o due settimane, riportante notizie di interesse generale.

Un salto di secoli ci porta a una nuova postazione dedicata al Campione del mondo di F.1 ’97 Jacques Villeneuve, sono esposti il suo casco, la  tuta e la vettura Reynard-Alfa Romeo 903 con cui disputò il Campionato Italiano di Formula 3 nel 1990 con la plurititolata squadra vicentina  PREMA POWERTEAM.

Dalla pista al mondo dei rally per ammirare l’Opel Ascona SR 2.0  Gr.2-Conrero,  che permise  alla coppia bassanese Biasion-Siviero di conquistare  il Campionato Italiano nel 1980, con un crescendo che li porterà ai due titoli mondiali vinti nel 1988 e 1989. Auto perfettamente restaurata che riprenderà la carriera nei rally storici 2014.Ultima importante acquisizione, uno strepitoso  prototipo Ferrari 430 GT made in Veneto, da scoprire e gustare.

Il piano sottostante è sempre riservato al mondo dei rally, con un costante alternarsi di vetture leggendarie, curate dal plurivittorioso Team Bassano.
Una Galleria tutta da ammirare, orgoglio della nostra Regione.

brochure

 

“Galleria del Motorismo, Mobilità e Ingegno veneto – Giannino Marzotto”

February 12th, 2014

 

Unica e incredibile. Non esiste altro modo per definire l’ultima idea sfornata dal Museo dell’Automobile Bonfanti-Vimar.  “Galleria del Motorismo, Mobilità e Ingegno veneto – Giannino Marzotto”, propone solo ed esclusivamente primati, motori, auto, vicende, motocicli, piloti, persone, artigiani, scienziati, record che solo il Veneto può vantare. E la serie, da questo primo assaggio, è stupefacente. La mostra illustra passo dopo passo le meraviglie esposte, attraverso dettagliate didascalie. La rassegna è’ una escursus incredibile di primati, invenzioni, pionieri, industrie, piloti, artigiani, scienziati, che parte dal lontano 1595 con le prime sospensioni al mondo del veneziano Fausto Verantio rappresentate da un vecchio e cadente assale ritrovato dopo anni di ricerche, con “molle fatte a guisa di quelle per pigliar carboni”, con accanto i disegni, il brevetto e quant’altro. Si prosegue con il ritratto dell’ing. Negrelli (1838) progettista del Canale di Suez, il primo motore a benzina brevettato al mondo da Bernardi il 22 agosto 1882, la vetturetta Bernardi prima auto costruita in Italia (1894). Seguono  diploma e ritratto della C.ssa Albrizzi, prima donna al mondo presidente di un Automobilclub e prima in una corsa (1899), e via via così, attraverso piloti famosi come la Baronessa Avanzo, i fratelli Marzotto, Sandro Munari, Riccardo Patrese, Miki Biasion, Omobono Tenni, industrie come Fiamm, Ceccato, Laverda, Aprilia, progettisti ed inventori quali l’ing. Cattaneo della Isotta Fraschini, Massimo Marchiori inventore dell’algoritmo che ha generato Google, Federico Faggin padre del microprocessore e tante altre curiosità, come la più antica patente di guida esistente in Italia, rilasciata nel 1906 proprio ad un bassanese. Il Veneto è  così l’unica regione d’Europa a vantare una propria vetrina dell’ingegno. Primi ancora una volta.             A completamento di queste ricerche il “Bonfanti-VIMAR”, attraverso la dedizione e la scrupolosa ricerca del Presidente Nino Balestra, con la collaborazione e supporto del “Circolo Veneto Automoto d’Epoca – Giannino Marzotto”,  hanno insieme pubblicato la seconda edizione della “Enciclopedia del Motorismo, Mobilità ed Ingegno Veneto“. Un ‘opera strepitosa di  400 pagine con oltre 1000 voci,  disponibile presso  il Museo, che cataloga quanto scovato nel passato, ma sottolinea  anche importanti realtà aziendali di oggi che ruotano attorno al settore tecnico  del nostro territorio. Continuano nel frattempo anche le iscrizioni ai “corsi per restauratori auto e moto d’epoca.”             I link video  http://youtu.be/60hnvnBvZec e http://youtu.be/bdfJVoRdI5Y  vi offrono una sintesi di quanto descritto, per completare le Vostre conoscenze, Vi aspettiamo al “Bonfanti-VIMAR”.      

(Italiano) UN “DRAGO”AL MUSEO “BONFANTI-VIMAR”

August 23rd, 2013

Il Museo dell’Automobile “Bonfanti-VIMAR” , forte del suo motto “Il futuro è di chi ha una storia da raccontare” all’interno dell’attuale mostra “Galleria del Motorismo, Mobilità ed Ingegno Veneto – Giannino Marzotto”, racconta questa volta la storia di Sandro Munari, meglio conosciuto con il soprannome de “Il Drago di Cavarzere”. Sandro deve la sua passione al padre Pietro Munari, che prese parte alla Mille Miglia e la sua notorietà al fatto di essere stato il primo italiano ad aggiudicarsi la Coppa Fia per piloti, nel 1977, a bordo di una Lancia Stratos, tanto da divenire uno tra i rallysti tricolori più forti di sempre, oltre che tra i più amati dai tifosi.
La sua attività agonistica nelle corse ad alto livello iniziò nel 1965 con la partecipazione al campionato nazionale rally e proseguì con le prime vittorie del titolo nazionale nel 1967 e 1969. In campo internazionale la sua prima vittoria del campionato europeo risale al 1973, intervallata ad una puntata nelle competizioni automobilistiche su strada culminate nella vittoria della Targa Florio del 1972, ottenuta a bordo di una Ferrari con compagno di squadra un altro famoso campione italiano dell’epoca, Arturo Merzario.
Il suo nome resta comunque indissolubilmente legato ad una Casa, la Lancia e a una competizione, il Rally di Montecarlo. La prima è stata quella a cui è sempre stato fedele per anni, utilizzando le Flavia, Fulvia e soprattutto la Stratos che lo portò appunto alla conquista del titolo mondiale Marche nel 1973. Solo al momento del ritiro della Stratos dalle competizioni passò alla guida di una Fiat 131. Al Rally di Montecarlo Munari ha colto i suoi più eclatanti successi, vincendolo una prima volta nel 1972 ed ottenendo altri tre successi, consecutivi, dal 1975 al 1977. Dopo il ritiro dal mondo del rallysmo mondiale, terminato con 7 vittorie in gare valide per il campionato iridato, partecipò ancora fino al 1984 ad alcune competizioni desertiche come il Rally Dakar o il Rally dei Faraoni, utilizzando vetture diverse tra cui anche la Lamborghini LM 002.
Munari attualmente svolge un’attività di organizzatore di corsi di guida sicura presso il circuito di Adria. Il “Bonfanti-VIMAR” saprà affascinarvi con questa e con tante altre “storie” dedicate al motorismo, oltre che trasmettervi, tra l’odore dei motori, la passione per il restauro che contagerà tutti coloro che vorranno iscriversi al prossimo corso di “Corso per restauratori di auto e moto d’epoca”; con avvio sabato 28 settembre, mentre un corso “pratico” è in programma per novembre. Intanto continua l’organizzazione di “Rottami eccellenti” per la seconda edizione indetta, in collaborazione con il Circolo Veneto Automoto d’epoca e il Team Bassano, che si terrà domenica 6 ottobre una mostra-scambio riservata esclusivamente a pezzi in avanzato stato di deperimento, comunque interessanti per marca e tipologia.
Vi aspettiamo al “Bonfanti-VIMAR” che un visitatore ha recentemente così sintetizzato: “Un Museo diverso dove la staticità dei mezzi esposti diventa movimento, in un rincorrersi di emozioni ….insomma un “pezzo” unico nella miriade di musei senz’anima”.

Gallery of Motoring, Mobility and Talent in Veneto Giannino Marzotto 2013

May 2nd, 2013

Galleria del Motorismo, Mobilità ed Ingegno Veneto-edizione-2013

The exhibition Gallery of Motoring, Mobility and Talent in Veneto – Giannino Marzotto unique and incredible, emphasizes the territory and the Veneto Region, land of worldwide firsts, inventions, nest for scientists and source of several scientific achievements, hard working and dynamic area which even today, thanks to its excellences, aims at being a point of reference for the World.

The exhibition tells a story that for centuries was ignored, forgotten, diminished by technicians, scientists, administrators, while this Museum brought it back into the limelight it deserves. It is worth a visit to become acquainted with just a few of the World firsts and the people behind them, of whom Veneto can be proud since long ago, certainly every visitor will learn something he was unaware of, and a few might show off for being precisely from the area.

It will be realized that the assembling chain was first used in 1104 at the Venice Arsenal, to build as many as 250 ships per year. So the @, born in business letters of the Venetian merchants between ‘400 and ‘500, or the first suspension for a vehicle of 1595, the Suez Canal designed by two engineers from Venice at the middle of the 19th Century, the first gasoline engine patented by Enrico Bernardi from Verona on the 22nd of August 1882 (Benz will patent hi three months later, Daimler one and a half year later), the first lady racing driver in 1899, the first Italian airship in 1905 …. a long list of heirlooms, to reach our times with Federico Faggin that in the seventies invented the microchip, a small item that today moves the entire world, and Massimo Marchiori who some twelve years ago found the special algorithm that allowed Google to exist, the search engine most used worldwide today, and more and more …

Precisely in these days, in the Visitors’ Book of the “Bonfanti-VIMAR” Museum, some wrote: “A different Museum, where the standing still of the exhibits becomes a run of emotions … a unique “piece” in the wide number of soulless museums”.

We enjoy studying, restoring, preserving but among all we like to shock.

We look forward to welcoming you here in large numbers, to tell a story, our own, that will certainly interest you.

 

bro2

 

 

News