35 ANNI FA ESORDIVA IL CAMPIONE DEL MONDO MIKI BIASION

Miki team BassanoSerata stupenda quella per celebrare i 35 anni dall’esordio nei rally di Miki Biasion  con l’amico  Tiziano Siviero, purtroppo assente per impegni di lavoro, che si è svolta al Museo dell’Automobile  “Bonfanti–Vimar” davanti ad un pubblico strabocchevole di appassionati.  Accanto alle Opel del suo esordio ed alle Lancia che l’hanno portato ai due Titoli Mondiali 1988/89, Biasion ha voluto raccontare, stimolato dal giornalista Roberto Cristiano Baggio e dal Consigliere del Museo arch. Massimo Vallotto, i suoi esordi, la colletta fra amici per la benzina degli allenamenti e prove auto, le gomme rubate che lo hanno costretto a montare quelle già usate da altri concorrenti, pure ringraziando, alle massacranti trasferte con il vecchio furgone e carrello al traino che consumava più dell’auto in corsa. Il Miki campione affermato e conosciuto si è voluto aprire a tutti  raccontando la dura gavetta, addolcita dal ricordo di tanti amici ( molti presenti ) che lo hanno sostenuto all’inizio, chi improvvisandosi assistente alle gomme, chi guidando il furgone, chi lavorando da meccanico in ogni condizione, molti  sobbarcandosi lunghe trasferte pur di essere calorosi supporter nelle prime affermazioni quando, con una vettura privata, riusciva a  mettersi dietro vari piloti ufficiali.  Miki ha ringraziato  la Hawk Racing Club, la sua prima scuderia del compianto Alessandro Bordignon, il suo primo meccanico Frigo, il primo navigatore Ferrazzi, Massimo Nori e tanti, tanti altri, per terminare con il Museo “Bonfanti-VIMAR”, il Circolo Veneto Automoto d’Epoca ed il Team Bassano dei quali è validissimo testimonial.  Un incontro amicale, umano, dove il Biasion sempre cordiale e disponibile ha fatto risaltare la fatica, la ferrea volontà necessaria per emergere, ma anche la solida amicizia che lo sport sa creare.

File