Disegni opere Bartolomeo Ferracina

Macchine Bartolomeo Ferracina

BARTOLOMEO FERRACINA INGEGNERE IDRAULICO SOLAGNA (VI) IL GIOVANE BARTOLOMEO COMINCIA A NOVE ANNI AD INTERESSARSI DI MECCANICA INVENTANDO PER IL PADRE BOSCAIOLO UN MECCANISMO PER AFFILARE LE LAME. QUESTO LO PORTA AD APRIRE UNA PROPRIA OFFICINA A SOLAGNA (VI) SUO PAESE NATALE PER LA LAVORAZIONE DEL FERRO E MECCANISMI VARI. NEL 1730 COSTRUISCE UNA DELLE PRIME MACCHINE IDRAULICHE PER SOLLEVARE IL CORSO DI UN TORRENTELLO DI BEN 12 METRI. SI DILETTA ANCHE ALLA COSTRUZIONE DI OROLOGI. LE SUE MACCHINE SONO SPARSE PER IL VENETO E LA PIÚ FAMOSA È QUELLA CHE SEGNA E BATTE LE ORE SULLA TORRE DELL’OROLOGIO IN PIAZZA SAN MARCO A VENEZIA. LA SERENISSIMA LO NOMINA SOVRAINTENDENTE DELLE OPEREIDRAULICHE PER L’INTERO TERRITORIO DELLA REPUBBLICA VENETA. NEL 1948 RICEVE L’INCARICO DI RICOSTRUIRE IL PONTE IN LEGNO DI BASSANO, GIÁ OPERA DEL PALLADIO E DISTRUTTO DA UNA FURIOSA PIENA. IN QUESTA OCCASIONE INVENTA UNA DELLE MACCHINE PIÚ INGEGNOSE: IL BATTIPALI IDRAULICO. PIÚ TARDI PROGETTA E COSTRUISCE ANCHE PER LE STAMPERIE REMONDINIANE DI BASSANO UNO SPECIALE ARGANO MOBILE.  BARTOLOMEO FERRACINA NATO A SOLAGNA, MA NOTO ORMAI COME “CELEBRE INGEGNERE BASSANESE” RICOSTRUISCE NEL 1756 LA GRANDE CUPOLA DEL PALAZZO DELLA RAGIONE DI PADOVA ED INVENTA ANCHE UNA SEGA CIRCOLARE PER LIVELLARE,  SOTT’ACQUA,  I PALI CHE COMPONGONO LE PALAFITTE DELLE FONDAMENTA DEI PALAZZIVENEZIANI.

 

 

 

News