BUONA PASQUA-

17 aprile 2019

IL MUSEO SARA’ CHIUSO A PASQUA 21 APRILE E A PASQUETTA 22 APRILE
APERTO GIOVEDI’ 25 APRILE .

COMUNICATO 6/19 – I “VENETI VOLANTI” CONTINUANO A LASCIARE IL SEGNO!

15 aprile 2019

Il Sanremo Storico è di Lucky!
Strepitosa vittoria del vicentino Luigi “Lucky” Battistolli, attuale presidente di ACI-Vicenza, ente sostenitore del nostro Museo, e Fabrizia Pons che su Lancia Delta Integrale 16v hanno guadagnato il gradino più alto del podio al 34° Sanremo Rallye Storico, secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. È stato un rally emozionante e combattuto fino agli ultimi chilometri cronometrati, reso ancor più spettacolare dalla pioggia, deciso per questione di secondi. Dopo 472,98 km di corsa gli applausi sono tutti per il campione in carica di 4° raggruppamento, che ha comandato dallo start all’arrivo piazzando 7 scratch totali, tre consecutivi nella fase calda.
La vittoria di Lucky a Sanremo è stata un bis dopo la vittoria del 2017.

Week end magico per la leggenda del Rallye Sanremo: il trevigiano Tony Fassina
Il vincitore della gara valida per il Mondiale nel 1979 porta a termine la sua missione 40 anni più tardi, tagliando nuovamente il traguardo nella “Città dei Fiori” ancora sulla storica e affascinante Lancia Stratos. Per lui un entusiasmante settimo posto assoluto e il podio di 2° Raggruppamento, dopo anni di poca attività agonistica, suonano come un nuovo successo.

Risultati importanti anche nel Rally Sanremo valido per il CIR
Anche nel CIR (Campionato Italiano Rally) per auto moderne il Veneto ha lasciato un importante segno, con il 2° posto conquistato a bordo della Ford Fiesta R5 da Simone Campedelli della Orange1Racing, divisione della holding internazionale Orange1 con sede principale ad Arsiè (BL), azienda partner-project del nostro Museo, al termine di una difficile giornata condizionata da un imprevedibile meteo.
Sempre nel CIR, importante anche il 3° posto conquistato nella città dei fiori dal trevigiano Giandomenico Basso, alla guida della Skoda Fabia R5.

57267548_1222606454573182_1958384475704393728_n

IL MUSEO DELL’AUTOMOBILE A MONDOMOTORI SHOW VICENZA

5 aprile 2019

Grande successo della due giorni Mondomotori Show – driving passion, il salone dei motori tenutosi in Fiera Vicenza il 30 e 31 marzo 2019.
Il nostro Museo, grazie all’invito del Presidente ACI-Vicenza Luigi Battistolli, ha potuto esporre l’antesignana delle auto italiane, la Vetturetta Bernardi, costruita dall’ingegnere veronese nel 1894, in fedele riproduzione realizzata alcuni anni fa. Il piccolo gioiello meccanico a tre ruote, con motore posteriore monocilindrico di 464 cc e potenza di 3 cv, in grado di trasportare due persone alla velocità massima di 35 km/h, ha destato l’interesse e la curiosità di numerosi visitatori. Particolarmente interessate alcune scolaresche presenti alla rassegna, che hanno confermato il grande valore didattico di questa “veteran car in terra veneta”.

Sempre all’interno della manifestazione, nel pomeriggio di domenica 31 è stato protagonista nella hall 4, dov’erano presenti le gloriose quattroruote che hanno fatto la storia del rally, il consigliere del Museo, due volte campione del mondo della specialità, Miki Biasion.
Per l’occasione è stato riunito il dream-team Lancia dei vecchi tempi, quello che ha permesso alla coppia di piloti Bassanesi Miki Biasion e Tiziano Siviero di guadagnarle la corona iridata nel 1988 e nel 1989: Cesare Fiorio direttore sportivo del team ufficiale Lancia; l’ingegner Sergio Limone che ha preso parte ai progetti della lancia 037 e della Delta; l’ingegner Claudio Lombardi, progettista delle Lancia impegnate nel mondiale rally e padre della S4; l’ingegner Vittorio Roberti, capo dello sviluppo tecnico della potentissima (ed indomabile) S4 ed i giornalisti sportivi Ezio Zermiani e Carlo Cavicchi.

Nella mattinata di sabato 30, all’interno dell’evento “Laverda: 70 anni di emozioni”, Piero Laverda ha invece esposto la Laverda 1000 v6, moto a 6 cilindri presentata per la prima volta al salone di Milano del 1977. Col suo motore in lega leggera a struttura portante da 140 cv a 10.000 giri (numeri impressionanti per l’epoca), questo progetto della casa veneta resta uno dei picchi più alti dell’ingegneria italiana a due ruote.

55875492_854198024921575_3637249576387215360_n

COMUNICATO n. 2/19 – CORSI PER RESTAURATORI AUTO E MOTO D’EPOCA

8 gennaio 2019

L’Associazione Amici del Museo dell’Automobile “Luigi Bonfanti”, in collaborazione con il Museo “Bonfanti-VIMAR”, apre le iscrizioni per il prossimo corso per restauratori di auto e moto d’epoca, patrocinato dall’ASI (Automotoclub Storico Italiano).

Inizierà sabato 23 marzo 2019, per proseguire poi sabato 30 marzo, sabato 6 e 13 aprile 2019, per un totale di 32 ore, con lezioni inerenti la meccanica e la carrozzeria, tenute da valenti professionisti dei rispettivi settori.
Questa tipologia di corso, alla quale fin dal 1995 hanno partecipato centinaia di persone arrivate da diverse regioni d’Italia, è aperta a tutti gli appassionati, senza limiti di età o di professione, che desiderano scoprire i segreti professionali indispensabili per approcciarsi con metodo e cognizione di causa a questa particolare attività.

L’obiettivo è quello di dare una preparazione di base sulle materie culturali e tecnico operative del complesso e affascinante settore dei veicoli d’epoca.
Nelle varie fasi del programma, si trasmetteranno ai partecipanti le nozioni elementari sulla nascita del mezzo a motore e sulla sua evoluzione, quindi si prenderanno in esame le varie tecniche costruttive, per affrontare poi la delicatissima fase delle procedure del restauro.
A questo sapere è comunque necessario affiancare la capacità di interagire coi diversi specialisti del settore (meccanico, carrozziere, ebanista, elettrauto, verniciatore, montatore, tappezziere, rifinitore, etc.); tutte figure professionali che contribuiscono in modo determinante alla rinascita del veicolo da restaurare. Da ciò emerge l’importanza che gli specialisti abbiano basi comuni, che seguano cioè la stessa filosofia del restauro, allo scopo di svolgere un lavoro in armonia che permetta di raggiungere un risultato ottimale e condiviso.

Il corso, riservato a un massimo di quindici partecipanti, si terrà presso la sede del Museo “Bonfanti-VIMAR” a Romano d’Ezzelino (VI) che propone nelle sue sale espositive la rinnovata “Galleria del Motorismo, Mobilità e Ingegno Veneto – Giannino Marzotto”, dov’è esposta, in suggestivi allestimenti ricchi di materiale didattico illustrativo, un’antologia delle innumerevoli realtà storico-sportive-imprenditoriali che i veneti hanno prodotto nei secoli.
Per informazioni e modalità di iscrizione, da effettuarsi entro il 10 Marzo 2019, basterà rivolgersi alla Segreteria del Museo “Bonfanti-VIMAR” telefonando al numero 0424-513690 o scrivendo una mail all’indirizzo: info@museobonfanti.veneto.it

com.2 corso per restauratori

2019